1930-1940 Torta Fedora Fiorentina

L’ origine di questa torta è sconosciuta, si sa solo che è stata inventata a Firenze negli anni ’30, e da allora viene servita nelle pasticcerie fiorentine, soprattutto come monoporzione.
E’ fatta da una base di pandispagna bagnato nel maraschino, ricoperto di panna montata e sfoglie di gianduia, sapori semplici ma che si sposano perfettamente.

Ingredienti:

 

1 pandispagna da 18/20 cm
40 ml di maraschino o liquore a vostra scelta
40 ml di latte
500 ml di panna da montare
30 gr di zucchero
150 gr di cioccolato gianduia ( io ho usato dei gianduiotti)

Fondere il cioccolato a bagnomaria o nel microonde fino a quando sarà completamente liquido e liscio.
Far freddare leggermente, foderare la placca del forno con un tappetino di silicone o con carta da forno.
Assicuratevi che la teglia entri in frigorifero, altrimenti usatene due o tre più piccole.
Versate il cioccolato e stendetelo bene, in uno strato sottile.
Ponete la teglia in frigorifero per almeno 2 ore.
Montare la panna con lo zucchero.
Mescolare il liquore con il latte, e bagnarvi il pandispagna.
Ricoprite il pandispagna con la panna, a forma di cupola.
A questo punto dovete staccare delicatamente delle sfoglie di cioccolato, e con queste decorare la superficie della torta, fate questa operazione abbastanza rapidamente, altrimenti il cioccolato tornerà a sciogliersi, se dovesse accadere ponete nuovamente la teglia in frigorifero.

 

Una volta decorata ponete la torta in frigorifero fino al momento di servirla.